VASCOROSSO, IL ROCK NEL BICCHIERE

 

foto-3

Dal cuore della Toscana al cuore di un’amicizia: la Tenuta Pian delle Ginestre a Montalcino dedica un grande rosso al grande Vasco Rossi

Quando si parla di vino non si racconta mai solo di un prodotto da consumare con auspicabile piacere. Si racconta, piuttosto, la storia di territori generosi, di tradizioni antiche, di famiglie tenaci, di passioni profonde e sentimenti autentici. Senza la conoscenza di questo prezioso tessuto umano, sociale e culturale nessun buon vino può essere veramente capito e apprezzato.

La Toscana ospita nel suo cuore una delle zone per tradizione più vocate alla vinificazione delle uve, grazie al lavoro e all’esperienza di generazioni di famiglie, e il territorio di Montalcino è uno dei suoi gioielli.

In particolare, la Tenuta Pian delle Ginestre nata nel 2014 dalla scissione dell’Azienda Poggio degli Ulivi, è una storica azienda la cui vita è saldamente legata a quella della famiglia Ciacci. Da sempre proprietari terrieri a Montalcino, i Ciacci hanno creduto nell’importanza del territorio, tramandandosi da padre in figlio una tradizione dalle profonde radici, senza naturalmente rinunciare alla costante ricerca tecnologica. Obiettivo: la qualità del prodotto finale nel rispetto del territorio.

La Tenuta sorge nella zona sud di Montalcino, tra Castelnuovo dell’Abate e Sant’Angelo in Colle, a 300 metri slm., in uno dei territori maggiormente vocati per la produzione di Brunello, vanto dell’Italia enologica nel mondo.

L’oasi ospita anche 3000 piante di olivo secolari, per la maggior parte olivastre e olivastrine, oltre a correggiolo e moraiolo, arricchendo ulteriormente l’esuberanza del territorio. Il restante suolo circostante è coltivato a grano e cereali, e tutte le coltivazioni sono rigorosamente biologiche.

Attualmente la Tenuta conta 3 vigne (Quercione, Spianate e Belvedere) tutte certificate a Brunello di Montalcino, quindi di vitigno Sangiovese, coltivazioni destinate a crescere nei prossimi anni.

Riparata dai venti di tramontana a nord del colle che domina l’Abbazia di Sant’Antimo, la Tenuta è lambita dai venti più caldi provenienti dal mare, un benevolo influsso che infonde al vino un piacevolissimo sentore salmastro rendendolo inequivocabile al palato.

Il futuro della Tenuta Pian delle Ginestre non si concentra solo nell’investimento in qualità ma anche nell’accoglienza: due case coloniche saranno infatti ristrutturate e destinate all’agriturismo. Un ulteriore fiore all’occhiello per l’Azienda.

www.tenutapiandelleginestre.it

In particolare, la vigna dedicata alla produzione del brand Vascorosso è quella delle Spianate, la più vecchia ma contemporaneamente quella che da sempre, con i suoi cloni di Sangiovese, garantisce equilibrio, forza ed eleganza al prodotto finale.

Il carattere di questo vino dipende innanzitutto dal terreno che lo partorisce: prevalentemente sassoso con zone di galestro e terra rossa, con la presenza di una sacca di argilla che durante i periodi di siccità mantiene le radici delle viti costantemente irrorate d’acqua, mentre nei periodi di pioggia funge da drenaggio. Un’alleanza naturale del terreno con le piante. Ma le caratteristiche di questo prodotto raccontano anche un’altra storia, quella che lo ha ispirato. Si potrebbe dire, infatti, che il Vascorosso interpreta l’indole audace del personaggio cui è dedicato, ossia Vasco Rossi. Da un legame di amicizia e di profonda stima con l’ideatore del brand, il Dott. Paolo Guelfi (Clinica Villalba di Bologna), è appunto nato un vino carico di personalità: struttura corposa e al contempo vellutata, dalla tempra potente e insieme morbida, proprio come le storie di vita cantate da Vasco, fatte di sentimenti veri ed emozioni forti.

Dedicare un vino a Vasco, dopo tutto, rappresenta un’affettuosa nota ironica nei confronti del mitico rocker, proprio come si fa tra amici: un omaggio a lui, grande appassionato di buon vino, e un piacere per noi tutti, che abbiamo il buon gusto di berlo!

foto-1

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...