Parole al vento

38ce8-angelo_in_volo

Il bello della scrittura è che non ti lascia mai sola.

E’ come un vento caldo che gonfia vele già gravide di cielo mai stanche di volare.

Le parole prendono per mano.

I ricordi germinano, i pensieri sbocciano e i sogni fioriscono.

Si galleggia in un mare fiorito dove tutto è possibile e dove il contrario di tutto è ancora più lussureggiante. Basta lasciarsi andare senza áncore perché la deriva è spesso l’approdo più anelato.

Una pioggia di stelle abbevera le lettere che come per magia si animano, si incapricciano e infine si allineano obbedienti a un ordine invisibile, non dettato dal pensiero ma dallo spirito.

Galleggiano, sprofondano e riemergono come creature autonome inspiegabilmente votate alla stessa missione. Partorire un concetto, un pensiero, un tema, un romanzo.

Chi scrive? Chi detta? Chi gioca a seminare scompiglio nel mare agitato delle parole?

Il vento, forse, quel vento caldo che gonfia vele già gravide di cielo ansiose di volare.

Allora, vento, continua a giocare. Continua a farmi scrivere.

Ma cancella per sempre la parola

FINE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...